Logo Parrocchia Sacro Cuore Don Tonino

Avvento – Natale 2018

 

Oggi è il terzo anniversario del ritorno al Padre del nostro fratello e sacerdote d. Tonino. Impossibile raccogliere in poche righe la sua spiritualità e il suo operato. Ci soffermiamo sulla sua devozione a Maria, visto che oggi è la sua festa. Non mancavano i pellegrinaggi particolarmente a Loreto e soprattutto a Medjugorie: vere iniezioni di preghiera, di intercessione, e domande di grazie spirituali e fisiche, condite dalla carità.
Ma il cammino giornaliero era la recita del santo rosario, tanto spesso lo si vedeva nel pomeriggio camminare in chiesa con la corona in mano, fino agli ultimi giorni dove chiedeva che gli si recitassero i salmi e il rosario, preghiera semplice di abbandono alla santa volontà di Dio.
Alla sua testimonianza di amore e di affetto a Maria, Madre nostra e della chiesa, affidiamo il cammino della nostra chiesa diocesana, dei diaconi, della sua famiglia e particolarmente di tutta la nostra comunità di Unità pastorale.

DOMENICA 13 MAGGIO 2018

CRESIMA E PRIMA COMUNIONE

quadretto-prima-comunione-e-cresima
ore 9,00 Chiesa S. Cuore – ragazzi di Bellaria Monte

ore 11,00 Chiesa S. Cuore – ragazzi di Bellaria Centro e di San Mauro Mare

1° gennaio 2018

Solennità di Maria Madre di Dio e giornata mondiale della Pace. Tutti noi oggi veneriamo Maria santissima, Madre di Dio e Madre della Chiesa e invochiamo la sua protezione all’inizio del nuovo anno, quale segno di consolazione e di sicura speranza.
Maria Madre di Dio

 

I  pastori trovarono Maria e Giuseppe e il bambino. Maria custodiva queste cose, meditandole nel suo cuore.

LA Vergine Maria ha accolto Gesù come una madre accoglie suo figlio. Nella fede si è aperta totalmente al suo mistero. Ella è la Madre santa, la piena di grazia che ha dato alla luce il Salvatore. Nella fede Maria trova il suo più bel titolo di gloria, sulla fede si fonda la sua maternità spirituale. L’invocazione liturgica, che Mosè indica ai sacerdoti quale formula per benedire e attirare la benevolenza divina sul popolo eletto (I Lettura), descrive la fede di Israele nel Dio vivente, sempre presente e all’opera nel cuore dell’umanità. San Paolo (II Lettura) ci svela il disegno di Dio che ha voluto che il suo Figlio si facesse uomo nascendo da una donna, affinché diventassimo suoi figli e imparassimo a vivere come tali, nella libertà e nell’amore. Il Vangelo, scelto per la liturgia di inizio anno, racconta la visita dei pastori al presepio. La vergine Maria prega e medita in silenzio le meraviglie operate da Dio. Gli auguri per il nuovo anno alla luce della fede non possono consistere solo in parole, ma debbono tramutarsi in azioni che promuovano la pace tra di noi e nel mondo intero.

Liturgia

Vaticano

Il Santo del giorno