Logo Parrocchia Sacro Cuore Don Tonino
Le lapidi storiche
In fondo alla chiesa, sulle colonne, sono state poste due lapidi, che raccontano, in breve, la storia della chiesa, nelle fasi essenziali. Quando si è deciso di ricostruire la chiesa, si è scelto di non fare ringraziamenti personali scritti, per i tanti che hanno donato in tempi e modi diversi. Tuttavia è stato ritenuto opportuno conservare la memoria, anche per il futuro, della storia della nostra chiesa; e, contestualmente, esprimere un ringraziamento corale a tutti coloro che hanno collaborato. Ecco il testo (da destra a sinistra):
 
In nomine Domini. Amen.
Nell'anno 1929
mentre il paese di Bellaria
conosceva un rapido sviluppo
il parroco d. Settimio Antonioli
fece costruire questa chiesa
dedicata al S. Cuore di Gesù
con la generosità di abitanti e ospiti.
I fratelli Biagio, Lino e Pio Vasini
donarono il terreno.
L'ing. Enrico Poggiali di Ravenna
progettò l'opera.
La chiesa, terminata nel 1936,
fu consacrata dal Vescovo di Rimini
Mons. Vincenzo Scozzoli.
Negli anni 1948-1952
don Giuseppe Canini primo parroco
della Parrocchia S. Cuore di Gesù
edificò la navata di sinistra, il campanile,
e la cappella della Madonna del mare
grazie al lavoro di tanti parrocchiani.
Amen.
In nomine Domini. Amen.
Questa chiesa parrocchiale
è stata ricostruita più grande più adatta alla liturgia del Concilio.
Il progetto dell'lng. Italo Lazzarini
conservò la forma esterna
recuperando i mattoni originari.
Fu chiusa al culto il 29.11.1992
venne riaperta il 14.10.1994
dal parroco don Pierpaolo Conti.
Mons. Mariano De Nicolò
consacrò l'altare il 29.10.1995.
Tutto il paese partecipò
con generosa collaborazione.
Tu o Signore
che conosci i segreti del cuore
ricambia quanti hanno donato
senza alcun atto pubblico
per la loro Chiesa
e per la tua presenza tra noi.
Amen.